Feb 15, 2018

Concept Fall Winter 2018 / 2019

Per la collezione Autunno Inverno 2018 MIKRO si racconta attraverso un gioco di contrasti, fatto di sensazioni tattili e di impatti visivi. Liberamente ispirato da due progetti artistici della fotografa emiliana Fabian Albertini,
“Seguendo uma linha”(2012) e “Poesia del corpo”(2002-2004).
Le stampe, tanto care al brand, lasciano il posto a blocchi colore e a tessuti molto diversi tra loro, originando abiti con forte personalità.
La linea che qui si traduce con inserti di organza blu notte, è uno stacco, un respiro che manca, un vuoto, in seguito al quale l’ordine delle cose riprende il suo ritmo abituale e nella sua pulita rigidità, rappresenta l’imprevisto, l’evento che non si può prevedere, che rende così fragile e terrena la nostra vita e ne esalta la ricchezza nell’imperfezione.
La fluidità della seta abbraccia la porosità del fresco di lana per perdersi nella sofficità dell’eco pelliccia.

Ogni materiale racconta una sensazione ben precisa, ogni colore sebben contrastante con il successivo, aggiunge il tono giusto a un equilibrio altrimenti vacillante.
Le silohuette sono varie e rappresentano le nostre consapevolezze quindi si passa da volumi ampi a vestibilità strettissime, i tessuti distesi, ma anche arricciati, le forme ben definite, ma anche nascoste; tutto in questa collezione pare avere una doppia valenza, una doppia espressività, un ragionevole dubbio. Le tasche sui fianchi restano una certezza incrollabile, applicate su ogni capo.

 

#staytuned

 

“Seguendo uma linha”(2012)

 

“Poesia del corpo”(2002-2004)